Discussione:
consiglio su libri di guerra
(troppo vecchio per rispondere)
Gianluca.
2015-11-11 10:43:54 UTC
Permalink
Raw Message
cerco libri di guerra o di spionaggio, possibilmente scritti da persone che
sanno di cosa parlano. a me piace molto andy mcnab.
F.O.
2015-11-11 12:28:08 UTC
Permalink
Raw Message
io comincerei con

FM7-8 infantry rifle platoon and squad

é un vecchio testo, ma si legge bene, poi quando passerai a

FM3-21.8 the infantry rifle platoon and squad

e' garantito al limone, ti troverai molto bene!
Trystero
2015-11-12 13:48:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gianluca.
cerco libri di guerra o di spionaggio, possibilmente scritti da persone che
sanno di cosa parlano. a me piace molto andy mcnab.
Ripropongo una risposta che diedi anni fa, consigliando i romanzi
scritti da due ex-soldati della Seconda Guerra Mondiale.


Mattatoio n.5 - Kurt Vonnegut
https://it.wikipedia.org/wiki/Mattatoio_n._5

Comma 22 - Joseph Heller
https://it.wikipedia.org/wiki/Comma_22_(romanzo)

--------------------------------------
Da "Mattatoio 5":

«Lei non ha intenzione di scriverlo, questo, vero?» Non era una domanda,
era una accusa.
«Io... non lo so» dissi.
«Beh, io lo so» fece lei. «Fingerà che eravate degli uomini invece che
dei bambini, e poi ne tireranno fuori un film recitato da Frank Sinatra
e John Wayne o da qualche altro di quegli sporchi vecchioni che vanno
pazzi per la guerra. E la guerra sembrerà qualcosa di meraviglioso, e
così ne avremo ancora un bel po'. E a combatterle saranno dei bambini,
come quelli che ci sono di sopra»
Allora capii. Era la guerra che la rendeva tanto rabbiosa. Non voleva
che i suoi bambini o i bambini di chiunque altro si facessero ammazzare
in guerra. E pensava che le guerre erano in parte incoraggiate dai libri
e dai film.
Così sollevai la mano destra e feci una promessa. «Mary,» dissi «non
credo che finirò mai questo libro. Ormai devo aver scritto cinquemila
pagine, e le ho buttate tutte via. Se mai lo finirò, comunque, le dò la
mia parola d'onore: non sarà una cosa da Frank Sinatra o John Wayne. Le
dirò una cosa, lo intitolerò "La crociata dei bambini".»
Da allora diventammo amici.
ADPUF
2015-11-12 19:06:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Trystero
Post by Gianluca.
cerco libri di guerra o di spionaggio, possibilmente scritti
da persone che sanno di cosa parlano.
a me piace molto andy mcnab.
E chi è Andy McNab?
Post by Trystero
Ripropongo una risposta che diedi anni fa, consigliando i
romanzi scritti da due ex-soldati della Seconda Guerra
Mondiale.
Mattatoio n.5 - Kurt Vonnegut
https://it.wikipedia.org/wiki/Mattatoio_n._5
Comma 22 - Joseph Heller
https://it.wikipedia.org/wiki/Comma_22_(romanzo)
Non è che sono "libri di guerra", sono romanzi ispirati dalle
esperienze degli autori in guerra.

Aggiungiamo un altro classico, sempre americano:
Il nudo e il morto - Norman Mailer
--
AIOE ³¿³
Giacobino da Tradate
2015-11-13 17:01:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
E chi è Andy McNab?
Lo Sven Hassel degli anni '90.
--
Per un giacobinismo in salsa padana

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
ADPUF
2015-11-14 01:04:20 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giacobino da Tradate
Post by ADPUF
E chi è Andy McNab?
Lo Sven Hassel degli anni '90.
Un nazista impostore?
--
AIOE ³¿³
Giacobino da Tradate
2015-11-14 16:28:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by Giacobino da Tradate
Post by ADPUF
E chi è Andy McNab?
Lo Sven Hassel degli anni '90.
Un nazista impostore?
No, come Hassel, il primo e' quasi autobiografico, i sucessivi sono
ricamati.
--
Per un giacobinismo in salsa padana
Gianluca.
2015-11-14 17:25:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giacobino da Tradate
Post by ADPUF
Post by Giacobino da Tradate
Post by ADPUF
E chi è Andy McNab?
Lo Sven Hassel degli anni '90.
Un nazista impostore?
No, come Hassel, il primo e' quasi autobiografico, i sucessivi sono
ricamati.
non conosco Hasel, per cui non giudico, mentre te mi pare non conosci
affatto i libri di mcnab e lo giudichi.
Ha scritto tre libri autobiografici e in tutti gli altri, anche se ricamati
e romanzati (alcuni troppo) si sente ad ogni pagina che chi li scrive (o li
fa scrivere) quelle azioni , quei modi di fare operativi, sono stati vissuti
sulla sua pelle. Ed è questo il bello, poter leggere cose, acnhe inventate,
ma da qualcuno che ti dice ad esempio che si deve fermare a ricaricare le
armi, invece di sparare all'infinto, che si deve fermare a riposare, a bere
a mangiare a cacare ecc, insomma ci sono scritte cose vere, cose deve
affrontare ogni operativo che affronta certe situazioni.
Il tanto osannato tom clancy è una merda per dire uno osannato dal pubblico.
Già un nicolai linin , o come cazzo si chiama, è uno che sa quel che scrive
e si vede.
Giacobino da Tradate
2015-11-14 18:57:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gianluca.
Post by Giacobino da Tradate
Post by ADPUF
Post by Giacobino da Tradate
Post by ADPUF
E chi è Andy McNab?
Lo Sven Hassel degli anni '90.
Un nazista impostore?
No, come Hassel, il primo e' quasi autobiografico, i sucessivi sono
ricamati.
Ha scritto tre libri autobiografici e in tutti gli altri, anche se ricamati
e romanzati (alcuni troppo) si sente ad ogni pagina
Mi fa piacere che si senta la veridicita' dei dettagli, ma resta che
sono storie raccontate o sceneggiate, non vissute.

Rigoni Stern ha fatto una sola campagna di Russia, e ha scritto un solo
memoriale in prima persona.

Emilio Lussu ha fatto una guerra e ha scritto un libro di guerra (un
anno sull'altipiano). Poi ha fatto una lotta politica e ha scritto un
libro politico (marcia su roma e dintorni). Uno e uno, non storie
seriali, come Liala che ha fatto 1 solo grande amore, e poi 50 libri
"ispirati a".

Senofonte ha fatto una campgna militare e ha scritto una cronaca di
quella campagna (Anabasi). Non ha scritto venti libri come M.V.Manfredi,
uno dei quali (l'armata perduta) e' la parafrasi pedestre dell' Anabasi,
e gli hanno dato anche un premio.

Eddie Murphy ha fatto una guerra sola e ha scritto un libro solo
(all'inferno e ritorno), sia pure con almeno tre o quattro episodi
romanzeschi e invece tutti veri e accaduti incredibilmente tutti alla
stessa persona, l'autore.

Sven Hassel e' il nome fittizio di uno che ha raccolto delle storie e
dei racconti di reduci, e ha scritto un libro "in cui si sentiva la vita
vera". Poiche' vendeva, poi ne ha scritti degli altri, con gli stessi
personaggi, dislocati un po' in tutti i teatri di guerra: fiction pura e
semplice, e dicono che gli altri dopo il primo glieli ha scritti la moglie.

Di McNab ho letto il primo, che e' la storia della sua avventura. Poi lo
hanno catturato poi e' scappato e poi la sua guerra e' finita. Quando ho
letto che aveva scritto il secondo, il terzo, e adesso siamo alla
ventina, ho capito che anche lui ha smesso di essere un raccontatore ed
e' diventato un affabulatore (cazzaro), che e' un mestiene lecito, ma ha
a che fare con l'intrattenimento, come Crozza e il complesso Casadei.

E concludo dicendo che per raccontare una storia di guerra non e'
neanche necessario raccontare la guerra. Si possono raccontare delle
storie di coniglietti morbidi e fuffosi. Se vai la leggere il romanzo
"la collina dei conigli", sembra una storia di coniglietti, ma invece e'
una storia di guerra. E l'autore, non a caso, in gioventu' aveva
combattuto nei commando nella II GM.
--
Per un giacobinismo in salsa padana
Gianluca.
2015-11-14 22:39:21 UTC
Permalink
Raw Message
Mi fa piacere che si senta la veridicita' dei dettagli, ma resta che sono
storie raccontate o sceneggiate, non vissute.
non capisco che male c'è ad inventare storie! dove sta il problema? la
maggior parte dei libri sono storie inventate, anche le biografie sono
quantomeno romanzate, cosa vuol dire quello che dici? un conto è raccontarle
con logica, un conto è sparare cazzate.
Rigoni Stern ha fatto una sola campagna di Russia, e ha scritto un solo
memoriale in prima persona.
Emilio Lussu ha fatto una guerra e ha scritto un libro di guerra (un anno
sull'altipiano). Poi ha fatto una lotta politica e ha scritto un libro
politico (marcia su roma e dintorni). Uno e uno, non storie seriali, come
Liala che ha fatto 1 solo grande amore, e poi 50 libri "ispirati a".
Senofonte ha fatto una campgna militare e ha scritto una cronaca di
quella campagna (Anabasi). Non ha scritto venti libri come M.V.Manfredi,
uno dei quali (l'armata perduta) e' la parafrasi pedestre dell' Anabasi, e
gli hanno dato anche un premio.
Eddie Murphy ha fatto una guerra sola e ha scritto un libro solo
(all'inferno e ritorno), sia pure con almeno tre o quattro episodi
romanzeschi e invece tutti veri e accaduti incredibilmente tutti alla
stessa persona, l'autore.
Sven Hassel e' il nome fittizio di uno che ha raccolto delle storie e dei
racconti di reduci, e ha scritto un libro "in cui si sentiva la vita
vera". Poiche' vendeva, poi ne ha scritti degli altri, con gli stessi
personaggi, dislocati un po' in tutti i teatri di guerra: fiction pura e
semplice, e dicono che gli altri dopo il primo glieli ha scritti la moglie.
buon per loro , cosa ti devo dire?
Di McNab ho letto il primo, che e' la storia della sua avventura. Poi lo
hanno catturato poi e' scappato e poi la sua guerra e' finita. Quando ho
letto che aveva scritto il secondo, il terzo, e adesso siamo alla ventina,
ho capito che anche lui ha smesso di essere un raccontatore ed e'
diventato un affabulatore (cazzaro), che e' un mestiene lecito, ma ha a
che fare con l'intrattenimento, come Crozza e il complesso Casadei.
hai letto il primo, pattuglia b20 immagino, ne ha fatti altri
autobiografici.
la serie di nick stone è romanzata, ogni tanto caca fuori dalla tazza anche
lui, è un pò troppo superman, quindi non è privo di difetti però mi piace
ancora abbastanza per scaricarmi un epub.
Se la mettiamo su questo discorso, ti cito Lansdale, la serie di hap e
leonard, i primi due libri molto carini, poi uno schifo assoluto, quello sì
che è un affabulatore di prim'ordine.

cmq tornando alla mia richiesta iniziale, forse dovevo specificare, che non
mi interessano polpettoni filosofici o strappalacrime, ma cose leggere e
ambientate in epoca moderna, dalla seconda guerra modniale in poi.

Per dire, ho letto anche la serie sniper di Altieri...uno schifo assoluto.
Uno stile di scrittura orrido.
Giacobino da Tradate
2015-11-16 13:18:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gianluca.
buon per loro , cosa ti devo dire?
L'ultimo che ho letto e' stato American Sniper, se cerchi trovi la mia
recensione. Ma non e' un romanzo, e' memorialistico.
--
Per un giacobinismo in salsa padana

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Gianluca.
2015-11-13 09:07:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Trystero
Post by Gianluca.
cerco libri di guerra o di spionaggio, possibilmente scritti da persone che
sanno di cosa parlano. a me piace molto andy mcnab.
Ripropongo una risposta che diedi anni fa, consigliando i romanzi
scritti da due ex-soldati della Seconda Guerra Mondiale.
Mattatoio n.5 - Kurt Vonnegut
https://it.wikipedia.org/wiki/Mattatoio_n._5
mi vedrò il film , perchè dalla trama no mi sembra un gran
che...fantascienza non mi piace
Post by Trystero
Comma 22 - Joseph Heller
https://it.wikipedia.org/wiki/Comma_22_(romanzo)
--------------------------------------
«Lei non ha intenzione di scriverlo, questo, vero?» Non era una domanda,
era una accusa.
«Io... non lo so» dissi.
«Beh, io lo so» fece lei. «Fingerà che eravate degli uomini invece che
dei bambini, e poi ne tireranno fuori un film recitato da Frank Sinatra
e John Wayne o da qualche altro di quegli sporchi vecchioni che vanno
pazzi per la guerra. E la guerra sembrerà qualcosa di meraviglioso, e
così ne avremo ancora un bel po'. E a combatterle saranno dei bambini,
come quelli che ci sono di sopra»
Allora capii. Era la guerra che la rendeva tanto rabbiosa. Non voleva
che i suoi bambini o i bambini di chiunque altro si facessero ammazzare
in guerra. E pensava che le guerre erano in parte incoraggiate dai libri
e dai film.
Così sollevai la mano destra e feci una promessa. «Mary,» dissi «non
credo che finirò mai questo libro. Ormai devo aver scritto cinquemila
pagine, e le ho buttate tutte via. Se mai lo finirò, comunque, le dò la
mia parola d'onore: non sarà una cosa da Frank Sinatra o John Wayne. Le
dirò una cosa, lo intitolerò "La crociata dei bambini".»
Da allora diventammo amici.
Trystero
2015-11-13 14:13:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gianluca.
Post by Trystero
Mattatoio n.5 - Kurt Vonnegut
https://it.wikipedia.org/wiki/Mattatoio_n._5
mi vedrò il film , perchè dalla trama no mi sembra un gran
che...fantascienza non mi piace
Il film non è male, il libro per me è uno dei capolavori del '900.

No, non è fantascienza in senso stretto.
Si svolge in diverse dimensioni temporali:
- a Dresda durante la seconda Guerra Mondiale, e dopo il bombardamento
- negli anni '60, con il protagonista diventato un affermato dentista,
con moglie e figli
- nel futuro, perché il protagonista dice di aver visto la propria morte
- su un pianeta alieno in cui il protagonista viene portato ed esposto
come curiosità in uno zoo

----------------------------

"Ascoltate:
Billy Pilgrim ha viaggiato nel tempo.
Billy è andato a dormire che era un anziano vedovo e si è svegliato
il giorno delle sue nozze. E' passato per una porta nel 1955 ed è
uscito da un'altra nel 1941. E' tornato indietro per quella porta per
trovarsi nel 1963. Ha visto la propria nascita e la propria morte
molte volte, dice, e rivive di tanto in tanto i fatti accaduti nel
frattempo.
Così dice.
Billy è spastico in questi suoi movimenti nel tempo, non sa dove
andrà dopo, e le sue gite non sono necessariamente divertenti. E' in
uno stato costante di terrore da palcoscenico, perchè non sa mai
quale parte della sua vita dovrà recitare la prossima volta."

----------------------------

Sempre di Kurt Vonnegut consiglio anche "Madre notte" che è una specie
di libro-gemello di Mattatoio 5. Racconta alcune delle stesse vicende
che si svolgono in Germania durante la guerra e quello che è un
personaggio secondario di "Mattatoio 5" (molto odioso), diventa il
principale in "Madre Notte", e racconta la propria storia (che si rivela
molto diversa da come sembrava).
S.ma
2015-11-13 07:27:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gianluca.
cerco libri di guerra o di spionaggio, possibilmente scritti da persone che
sanno di cosa parlano. a me piace molto andy mcnab.
Probabilmente è molto diverso da ciò che cerchi e forse avrai già letto
Comma 22 (Catch-22) romanzo del 1961 di Joseph Heller.

Da un punto di vista della guerra molto particolare .
brdm
2015-11-14 19:10:35 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gianluca.
cerco libri di guerra o di spionaggio, possibilmente scritti da persone
che sanno di cosa parlano. a me piace molto andy mcnab.
La prima parte del Voyage, di Celine (Guerra 14-18). Sapeva di cosa
parlava..:

"In 'sto mestiere d'essere ammazzati, bisogna mica fare i difficili,
bisogna fare finta che la vita continua, questa e' la cosa dura, 'sta
menzogna."
Loading...