Discussione:
"Passeggiate romane" di Valentino Zeichen
(troppo vecchio per rispondere)
Sunbather
2016-08-01 12:45:01 UTC
Permalink
Raw Message
Il format, ormai consolidato da secoli, è quello del viaggiatore erudito che si aggira per i paesaggi italici, dispensando osservazioni intelligenti su ciò che va percorrendo con lo sguardo (Goethe, Stendhal, e chi piú ne ha etc. etc.) oppure, se si vuole, la sua versione piú recente fornita da Piovene, o da Nanni Moretti in giro per la capitale in Vespa, o da Gianni Celati per la Bassa Padana. In questo caso tocca al compianto Valentino Zeichen aggirarsi per la Città Eterna, sulla scorta di un suo precedente libro di poesie dal titolo meravigliosamente struggente (“Ogni cosa a ogni cosa ha detto addio”, parafrasi di un verso di Omar Khayyam). Il cofanetto commercializzato dall’editore Fazi contiene, oltre al libro già citato, un dvd con un film di una 40ina di minuti di durata, per la regia di tal Filippo Carli, che ci conduce assieme al buon Zeichen per luoghi ultranoti di Roma, raccontatici come se il poeta trovasse lí per lí le parole per descrivere aspetti sempre in controtendenza rispetto alla visione che può avere il turista (ma non ci saremmo aspettati di meno, naturalmente), ed è proprio il tono improvvisato e allo stesso tempo intelligente di queste passeggiate una delle cose migliori tra le ultime che Zeichen ci ha regalato.

p.s.: negli extra si trova un gironzolamento ai giardini di Villa Borghese dove si raccontano aneddoti personali e di famiglia, e un “messaggio all’Universo” pronunciato nella baracca nella quale Zeichen ha vissuto per gli ultimi trent’anni.

Fazi editore, dvd + libro, 28 euri

http://qohelet.blog.tiscali.it/2016/08/01/il-segno-zeichen/
Albertuan au travail
2016-08-04 07:04:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Sunbather
Il format, ormai consolidato da secoli, è quello del viaggiatore erudito che
si aggira per i paesaggi italici, dispensando osservazioni intelligenti su
ciò che va percorrendo con lo sguardo (Goethe, Stendhal, e chi piú ne ha etc.
etc.) oppure, se si vuole, la sua versione piú recente fornita da Piovene, o
da Nanni Moretti in giro per la capitale in Vespa, o da Gianni Celati per la
Bassa Padana.
Gianni Celati sulla bassa padana (perlomeno la zona dove abito) ha
mollato due o tre commenti su robe inesistenti, tanto da farmi pensare
che parlasse per "sentito dire", rendendomi ovviamente dubbioso anche
su tutto il resto.
Infatti quel libro l'ho regalato :-/
--
A1
Sunbather
2016-08-04 07:18:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albertuan au travail
Gianni Celati sulla bassa padana (perlomeno la zona dove abito) ha
mollato due o tre commenti su robe inesistenti
Però era tutto molto poetico e decadente, specialmente nella versione documentaristica tratta da quel libro per il film di Davide Ferrario, "Mondonuovo", che ricorda molto queste Passeggiate Romane.


Albertuan au travail
2016-08-04 14:09:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Sunbather
Post by Albertuan au travail
Gianni Celati sulla bassa padana (perlomeno la zona dove abito) ha
mollato due o tre commenti su robe inesistenti
Però era tutto molto poetico e decadente,
Non discuto di stile, ma di raccontare cose che non si son viste,
rendendo quindi inaffidabile il tutto.

Se vuoi fare opera di fantasia occhei, ci sta tutto, ma se pretendi di
far credere di esserci stato e manco sapresti indicare le zone su di
una cartina... beh, qui mi casca l'asino :-)
--
A1
ADPUF
2016-08-05 16:46:12 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Albertuan au travail
Post by Sunbather
Post by Albertuan au travail
Gianni Celati sulla bassa padana (perlomeno la zona dove
abito) ha mollato due o tre commenti su robe inesistenti
Però era tutto molto poetico e decadente,
Non discuto di stile, ma di raccontare cose che non si son
viste, rendendo quindi inaffidabile il tutto.
Se vuoi fare opera di fantasia occhei, ci sta tutto, ma se
pretendi di far credere di esserci stato e manco sapresti
indicare le zone su di una cartina... beh, qui mi casca
l'asino :-)
E Danubio di Magris?
--
AIOE ³¿³
Loading...