Discussione:
"Metaforismi e psicoproverbi" di Alejandro Jodorowsky
(troppo vecchio per rispondere)
Sunbather
2017-02-22 10:53:50 UTC
Permalink
Raw Message
Circa cinque o sei anni fa il grande Jodorowsky apriva un profilo twitter
dal quale si mise a snocciolare uno dopo l’altro una serie infinita
di aforismi formidabili, degni di piazzarsi a metà
tra il paradossale ermetismo del Taoteching e
la virtuosa regola del Dhammapada,
declinati ovviamente in versione personale,
ché anche il vecchio Alejandro ne ha da insegnare a destra e a manca.
Chi scrive, incredulo di tanto ben di dio elargito
gratuitamente al mondo, si mise a copiarli via via
in un file di Microsoft Word, arrivando a riempire
ventisei pagine (poi si stufò e si limitò a leggerli
di tanto in tanto). Ora, per ringraziare lo scrittore cileno
di tanta generosità, non si può evitare di acquistargli
il suo smilzo libretto, il cui titolo in italiano
rende perfettamente bene il carattere controintuivo
e psicomagico che li caratterizza (e, dato che la cernita
non esaurisce il meglio del meglio degli aforismi twittati,
possiamo immaginare che presto o tardi ci sarà un seguito).

Feltrinelli, 150 pagine, euri 13.

Esempi:

No tengas miedo, decir fuego no quema tu boca.

Decìa mi abuelo: “A donde el corazòn se inclina, el pie camina”.

Si no amas demasiado, no amas bastante.

Los sentimientos son reacciones no a lo real,
sino a interpretaciones de lo real.

Mis pensamientos no son míos, son suyos, del Todo.

Donde los otros ven obstàculos, tù ve oportunidades.

Cada vez que tengas un grave problema, piensa:
“Esto me sucede en medio de un universo infinito y un tiempo eterno”.

No ser ni esto ni lo otro, unir los dos polos en un sòlo cìrculo.

Etc.

http://qohelet.blog.tiscali.it/2017/02/21/jodotwitter/
Neva
2017-03-13 09:41:47 UTC
Permalink
Raw Message
Il 22/02/2017 11:53, Sunbather ha scritto:


Los sentimientos son reacciones no a lo real,
sino a interpretaciones de lo real.


Indimostrabile ma vero! :-)

Loading...