Discussione:
La cattedrale del mare - Ildefonso Falcones
(troppo vecchio per rispondere)
Bhisma
2012-07-24 21:42:32 UTC
Permalink
Raw Message
La cattedrale del mare - Ildefonso Falcones

Robusto e vigoroso romanzone storico (più di 600 pagine) ambientato
nella Catalogna e nella Barcellona del 1300.
La storia di tre generazioni di servi della gleba in ascesa sociale,
che ruota attorno alla chiesa di Santa Maria del Mar, esempio
famosissimo di gotico catalano, ed importante per le implicazioni
storiche e sociali della sua costruzione.
Stile non eccelso, ma comunque efficace, di piacevole lettura e
movimentato, anche se un po' di stanchezza e di retorica eccessiva
sono a mio avviso ravvisabili nelle parti sentimentali.
Molto interessante per la cavalcata tra dinamiche sociali e
contrapposizioni contadini - nobili - liberi cittadini, gli aspetti
giuridici, la peculiare organizzazione sociale della città di
Barcellona, l'importanza economica e politica che riescono ad assumere
gilde individualmente composte di individui piuttosto miseri (i
"bastiaixos", gli scaricatori del porto) gli aspetti militari (la
"host" di Barcellona composta da tutti i liberi cittadini, il
tentativo fallito di sbarco di Pietro il Crudele, che sarebbe
addirittura la prima battaglia documentata con uso di bombarde sulle
navi e altre questioni interessanti che mi riprometto di verificare)
gli ebrei, l'inquisizione (compare in ruolo abbastanza importante un
Ncolau Eymerich decisamente più realistico di quello di Manfredi, le
sentenze contro le donne adultere, le banche ed il commercio etc.
Per quanto ne posso giudicare mi pare piuttosto benfatto, tanto che un
clamoroso anacronismo come la comparsa delle patate sulla tavola di un
contadino mi sembra più una strizzata d'occhio al lettore che un vero
errore.

Saluti da Bhisma
--
...e il pensier libero, è la mia fé!
Michele
2012-07-26 09:02:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
La cattedrale del mare - Ildefonso Falcones
Non male, ma trovo un po' eccessiva l'impressionante sequenza di alti e
bassi economico-sociali di un solo personaggio (e della sua famiglia in un
giro di generazioni veramente breve). Per quanto quella di Barcellona fosse
una società cittadina e mercantile, credo che l'ascesa sociale fosse
raramente così rapida. Hai letto il seguito? L'ho evitato, perchè mi pare
vada nel classico filone del dagli all'inquisizione.
Bhisma
2012-07-26 19:30:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Michele
Post by Bhisma
La cattedrale del mare - Ildefonso Falcones
Non male, ma trovo un po' eccessiva l'impressionante sequenza di alti e
bassi economico-sociali di un solo personaggio (e della sua famiglia in un
giro di generazioni veramente breve). Per quanto quella di Barcellona fosse
una società cittadina e mercantile, credo che l'ascesa sociale fosse
raramente così rapida.
Probabilmente no, del resto l'arricchimento rapido ed inusitato del
protagonista è dovuto all'intervento dei parenti dei bambini ebrei da
lui salvati che sa tanto di "deus ex machina" :-D

Però mi pare un espediente narrativo tutto sommato accettabile per
dipingere nel romanzo dopo l'ambiente del contadino e del cittadino di
bassa estrazione quello della nascente borghesia finanziaria
Post by Michele
Hai letto il seguito? L'ho evitato, perchè mi pare
vada nel classico filone del dagli all'inquisizione.
No, e penso passerà del tempo prima che lo faccia, non amo leggere
troppo di seguito dello stesso autore.

Saluti da Bhisma
--
...e il pensier libero, è la mia fé!
Sundry Buyers
2012-08-02 10:33:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
Post by Michele
Hai letto il seguito? L'ho evitato, perchè mi pare
vada nel classico filone del dagli all'inquisizione.
No, e penso passerà del tempo prima che lo faccia, non amo leggere
troppo di seguito dello stesso autore.
Neanche quelli che vanno in quel filone?! Avrei scommesso che fossero
la tua passione :-)
Bhisma
2012-07-26 19:56:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Michele
Post by Bhisma
La cattedrale del mare - Ildefonso Falcones
Non male, ma trovo un po' eccessiva l'impressionante sequenza di alti e
bassi economico-sociali di un solo personaggio (e della sua famiglia in un
giro di generazioni veramente breve). Per quanto quella di Barcellona fosse
una società cittadina e mercantile, credo che l'ascesa sociale fosse
raramente così rapida.
Probabilmente no, del resto l'arricchimento rapido ed inusitato del
protagonista è dovuto all'intervento dei parenti dei bambini ebrei da
lui salvati che sa tanto di "deus ex machina" :-D

Però mi pare un espediente narrativo tutto sommato accettabile per
dipingere nel romanzo dopo l'ambiente del contadino e del cittadino di
bassa estrazione quello della nascente borghesia finanziaria
Post by Michele
Hai letto il seguito? L'ho evitato, perchè mi pare
vada nel classico filone del dagli all'inquisizione.
No, e penso passerà del tempo prima che lo faccia, non amo leggere
troppo di seguito dello stesso autore.

Saluti da Bhisma
--
...e il pensier libero, è la mia fé!
p***@gmail.com
2017-06-12 18:02:57 UTC
Permalink
Raw Message
Ciao Bhisma... vorrei conoscere un suo parere su Arnau e l'economia di Barcellona riguardante l'opera ... secondo lei Bhisma, il protagonista (Arnau) riconosce le proprie capacità all'interno dei continui scambi commerciali (da piccolo trasportatore di pietre a ricco banchiere )? E quindi, riuscire a raggiungere grandi mete atteraverso l'economia di un paese, dimostrandosi così, a sua volta, un banco di prova , un'opportunità di slancio per tutti i commercianti...?
Vorrei conoscere in maniera più approfondita il termine EVOLUZIONE. Una parola che all'interno dell'opera può essere interpretata come quell'abilità di identificare la propria intuizione, il proprio ingegno grazie al commercio...Infine Bhisma secondo lei, l'opera può essere intesa come un'evoluzione degli scambi commerciali capaci di rispecchiare l'identità e la personalità di un commerciante?
Gradirei molto un suo parere per quanto riguarda l'evoluzione degli scambi commerciali e l'evoluzione del protaginista stesso all'interno dell'opera.
Attendo una risposta con il suo pensiero riguardante tutto ciò.
Cordiali saluti.
p***@gmail.com
2017-06-15 15:27:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
Ciao Bhisma... vorrei conoscere un suo parere su Arnau e l'economia di Barcellona riguardante l'opera ... secondo lei Bhisma, il protagonista (Arnau) riconosce le proprie capacità all'interno dei continui scambi commerciali (da piccolo trasportatore di pietre a ricco banchiere )? E quindi, riuscire a raggiungere grandi mete atteraverso l'economia di un paese, dimostrandosi così, a sua volta, un banco di prova , un'opportunità di slancio per tutti i commercianti...?
Vorrei conoscere in maniera più approfondita il termine EVOLUZIONE. Una parola che all'interno dell'opera può essere interpretata come quell'abilità di identificare la propria intuizione, il proprio ingegno grazie al commercio...Infine Bhisma secondo lei, l'opera può essere intesa come un'evoluzione degli scambi commerciali capaci di rispecchiare l'identità e la personalità di un commerciante?
Gradirei molto un suo parere per quanto riguarda l'evoluzione degli scambi commerciali e l'evoluzione del protaginista stesso all'interno dell'opera.
Attendo una risposta con il suo pensiero riguardante tutto ciò.
Cordiali saluti.
p***@gmail.com
2017-06-15 15:29:16 UTC
Permalink
Raw Message
Ciao Bhisma... vorrei conoscere un suo parere su Arnau e l'economia di Barcellona riguardante l'opera ... secondo lei Bhisma, il protagonista (Arnau) riconosce le proprie capacità all'interno dei continui scambi commerciali (da piccolo trasportatore di pietre a ricco banchiere )? E quindi, riuscire a raggiungere grandi mete atteraverso l'economia di un paese, dimostrandosi così, a sua volta, un banco di prova , un'opportunità di slancio per tutti i commercianti...?
Post by p***@gmail.com
Vorrei conoscere in maniera più approfondita il termine EVOLUZIONE. Una parola che all'interno dell'opera può essere interpretata come quell'abilità di identificare la propria intuizione, il proprio ingegno grazie al commercio...Infine Bhisma secondo lei, l'opera può essere intesa come un'evoluzione degli scambi commerciali capaci di rispecchiare l'identità e la personalità di un commerciante?
Gradirei molto un suo parere per quanto riguarda l'evoluzione degli scambi commerciali e l'evoluzione del protaginista stesso all'interno dell'opera.
Attendo una risposta con il suo pensiero riguardante tutto ciò.
Cordiali saluti.
Loading...